Cerchiamo di dare una spiegazione al perché
della mancanza di materie prime, e quindi dei prodotti,
e al conseguente allungamento dei tempi di consegna


 

Ormai la frase “mancano le materie prime” sembra diventato il tormentone commerciale 2021: con questo articolo ci piacerebbe tentare di trovare le cause di questa situazione di mercato che sta caratterizzando l’economia mondiale, in tutti i settori, ma per quel che riguarda noi, nello specifico il settore della carta e del packaging.

Partiamo da lontano…la Cina! L’incertezza che caratterizza in questo momento il mercato cinese e’ dovuto al contingentamento dell’energia, che serve per la produzione e che quindi lì viene convogliata, alla mancanza di container per le spedizioni verso l’estero e al costo elevato delle esportazioni (oggi un nolo per un’esportazione via nave di container è circa 6-7 volte più alto rispetto a momenti in cui il mercato viaggiava regolare). Questa situazione fatta di tante variabili, porta a considerare la Cina una fonte di approvvigionamento sulla quale non poter fare solido affidamento e quindi una variabile poco affidabile.


 
europack

 
europack

 

Questo ha portato i grossi gruppi, che ordinavano grandi quantità di prodotto in Cina, nel nostro caso quindi di sacchetti manuali soprattutto, a fare questo ragionamento: piuttosto che rischiare di non ricevere il prodotto, son stati disposti ad aumentare il prezzo al quale son disposti a pagarlo ma han preferito riferirsi a fornitori del mercato europeo.

La conseguenza è stata che il mercato europeo, in un momento come quello del Natale già particolarmente sotto stress perché i volumi aumentano, subisse un forte incremento di ordinativi di materiale e questo ha portato alla situazione di mercato attuale, ovvero completamente intasato. Un mercato che fa fatica a reperire la domanda.


 
europack

 

Parliamo per esempio dei nostri due prodotti principali: il sacchetto manuale e il sacchetto automatico.

Un prodotto come il nostro sacchetto manuale, che richiede appunto manualità, porta con sé una grande difficoltà. Infatti, non è possibile in così poco tempo incrementare la linea di produzione: non c’è possibilità di aumentare la capacità produttiva di molto, in quanto si possono aumentare un pò le ore di lavoro, ma parlando di lavoro manuale di persone ci si può limitare a fare qualche straordinario ma non si possono sicuramente raddoppiare le ore di lavoro.

Per quanto riguarda il sacchetto automatico si potrebbe pensare che aumentare la capacità produttiva sia più semplice: è parzialmente vero perché lo si può fare comprando macchine da stampa, ma anche questa strada non è così velocemente percorribile, perché si tratta di investimenti grossi per le aziende (installare nuove linee produttive non è così immediato e anche i produttori di macchine da stampa non hanno tempi di installazioni immediati).


 
stampa su borse
shopper

 

Quindi, il mercato non ha recepito il forte incremento di domanda, non ci sono stati i tempi tecnici per farlo, e questo ha fatto sì che il mercato venisse intasato con le conseguenze che vediamo quotidianamente con un fisiologico allungamento dei tempi di consegna e di tutto ciò che ne deriva. Per fare un esempio concreto, il nostro prodotto classico, il sacchetto, che normalmente ha un tempo di consegna di quattro settimane e che durante il periodo di Natale si allunga a 5-6 settimane, ad oggi ha tempi di consegna di circa 100 giorni.

Oltre a tutto questo la pausa covid ha fatto sì che grossa parte della produzione delle materie prima rallentasse, infatti, per quel che riguarda il mercato della carta che a noi interessa, non venivano tagliati alberi nella stessa quantità, non veniva prodotta la stessa quantità di cellulosa, e quindi la forte e improvvisa domanda sul mercato ha causato questa famosa situazione di “mancanza di tutto”! La ripartenza improvvisa ha svuotato i magazzini, la produzione fa fatica a star dietro alla nuova domanda forte e quindi in questo momento si fa fatica a trovare la materia prima!

Infatti, per il nostro settore del packaging, non si trova la carta, le cartiere fan fatica a rispettare i volumi richiesti e per questo sono “lente”, inoltre c’è poca colla, c’è poco legno, c’è poca cellulosa.  Tutto questo insieme di fattori ha portato a tempi di consegna lunghi ma anche ad un aumento dei prezzi.


 
europack

 
europack

 

La forte domanda e la mancanza di offerta sta portando a questo forte incremento dei prezzi che non è mai accaduto negli ultimi anni per lo shopper, anzi, negli ultimi anni è un prodotto che costava sempre meno, si è “impoverito” rispetto a dieci anni fa, a causa dei miglioramenti delle tecnologie e della delocalizzazione della manodopera.

Oggi un prodotto costa circa il 15/20% in più rispetto a quanto costava un’anno fa, perché ci sono stati aumenti dei listini a doppia cifra percentuale.   Il mercato fa fatica a recepire un’impennata così forte dei prezzi e questo spiega lo stress che sta caratterizzando tutti i settori dell’economia mondiale!


 
europack