Quando si parla di sacchetti per la spesa alimentare
nel nostro immaginario appare il classico e tradizionale sacchetto in plastica,
che ha caratterizzato la storia dei supermercati degli ultimi anni


 

Con il termine sacchetto di plastica o borsa della spesa, si intende nello specifico quella sorta di recipiente costituito da un particolare imballaggio formato da polietilene. Si tratta in pratica di un semplice sacchetto flessibile, leggero ed impermeabile all’acqua.

L’invenzione delle ormai note buste di plastica si deve allo svedese Sten Gustaf Thulin che intorno al 1960 riesce a far brevettare la sua nuova ed innovativa idea. Da quel momento in poi questi sacchetti, vista la loro enorme praticità, riuscirono ad entrare nella case di tutto il mondo e nel 1980 ad essere disponibili in tutti i supermercati.

Tutte queste nuove scoperte sono state rese possibili anche grazie all’industria della chimica che ha contributo a creare e perfezionare delle speciali pellicole in plastica. Si tratta nello specifico del cosiddetto polietilene, materiale solido e trasparente che funge da imballaggio. Riesce infatti a proteggere qualunque cosa e viene utilizzato non solo per fare sacchetti di plastica ma anche come isolante nei cavi elettrici o nelle tubazioni.

I classici sacchetti per la spesa non presentano però solo vantaggi in quanto, alcune particolari scoperte degli ultimi anni hanno convenuto che questi recipienti siano i prodotti più dannosi per l’intero ecosistema. La loro sfortuna infatti deriva dal fatto che riescono a restare indenni a qualsiasi agente atmosferico e per questo riescono a sopravvivere per lunghissimi anni. Finiscono, purtroppo anche nei fiumi o nei mari dove vengono inghiottiti dai pesci che credendo di mangiare del normale cibo finiscono per rimanere soffocati o intrappolati dal sacchetto stesso.


 
sacchetto plastica
materie prime

 

Così, per salvare la vita non solo agli animali ma anche a tutto l’ambiente circostante, in Italia nel 2011, insieme alle direttive europee, si è provveduto ad attuare una speciale legge che non prevede più la distribuzione nei supermercati di sacchetti per la spesa in plastica.

Gli unici sacchi ammessi sono quelli biodegradabili o compostabili cioè in grado di essere facilmente degradabili insieme ai rifiuti organici e se si richiede questa nuova borsetta l’intero costo è a carico del consumatore. Queste speciali ed innovative borsette sono composte principalmente da farina o amido di mais che una volta smaltite sono facilmente riutilizzabile infatti tornano ad essere utili come concime nei campi per l’agricoltura.

Il massimo vantaggio che essi sono in grado di offrire è proprio il fatto di essere facilmente riciclati e quindi riutilizzati tornando a essere di nuovo dei veri e propri sacchetti oppure appunto possono essere impiegati attivamente nei vari terreni. Purtroppo altri studi molto più recenti hanno provato che non tutti i sacchetti anche se biodegradabili riescono a dissolversi nell’ambiente. Per questo la soluzione innovativa, riutilizzabile e amica dell’ambiente rappresentata dai sacchetti in tnt termosaldato, e’ una novità sul mercato che sta avendo molto successo e suscitando curiosità ed interesse.


 
Sacchetto spesa
sacchetto tnt tomarket

 

SACCHETTO IN TNT

I sacchetti in Tessuto Non Tessuto (TNT) termosaldato vantano un’alta qualità e resistenza, utilizzano la termosaldatura per unire i diversi elementi, il che non pregiudica la resistenza assicurando carichi elevati.

Questa tipologia di sacchetti permette una vastissima personalizzazione dal grande impatto comunicativo, pregio che e’ molto importante per i brand di supermercati che hanno voluto approcciarsi a questo nuovo strumento, non solo di trasporto e contenimento della spesa, ma anche di comunicazione e veicolazione di messaggi al cliente.


 
sacchetto tnt tomarket

 

Uno strumento moderno, innovativo capace di abbracciare le nuove esigenze di un mondo sempre più attento all’ambiente e alla riutilizzabilità dei prodotti. Un prodotto ecosostenibile e molto particolare in tutti i suoi aspetti. Ogni dettaglio può essere studiato e progettato in modo specifico e secondo le esigenze di ogni supermercato, in ottica di massima comodità di trasportoqualità dei materiali e design.

Riutilizzabilità e particolarità: queste le caratteristiche distintive dei sacchetti in tnt termosaldato.

Un prodotto che proprio per le sue caratteristiche di resistenza e riutilizzabilità è risultato essere molto interessante per il trasporto di cibi e bevande, quindi indicato per realtà come supermercati e negozi di alimentari di ogni genere e dimensione.

La capacità di caratterizzazione personalizzata del sacchetto ha suscitato l’interesse di quei negozi alimentari di nuova concezione, attenti allo stile, al design e a concetti di ecosostenibilità, valori imprescindibili per le nuove realtà di ogni settore.

Un nuovo modo di trasportare prodotti freschi e non, immersi in colori e stili nuovi, accarezzandoli con un tessuto morbido e delicato, completamente in linea con i valori ambientali e i mood stilistici e di design del momento.


 
sacchetto tnt tomarket
Sacchetti tnt termo saldato tomarket beige

 
shopper